Cardiopatie congenite - Alcuni dati

In Italia nascono ogni anno circa 4.500 bambini con una malattia congenita cardiaca.

      Le cardiopatie congenite rappresentano una delle malformazioni più frequenti alla nascita: 8 casi ogni 1000 nati.

      Molti portatori di queste malformazioni moriva entro i primi giorni, mesi o anni di vita, senza possibilità di terapia efficace.

      La medicina negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. Oggi molti più bambini riescono a guarire da patologie cardiache.

      Grazie a adeguate strutture sanitarie, al supporto di medici, di cardiologi e di chirurghi specializzati nella cura delle cardiopatie congenite, grazie alle conoscenze e alle possibilità terapeutiche oggi disponibili in Centri di eccellenza di Cardiologie e Cardiochirurgie Pediatriche e del congenito adulto in Italia, quasi il 90% dei neonati con cardiopatie congenite raggiunge l’età adulta. Per loro c’è speranza di vita. Una buona vita.

      Questi pazienti costituiscono oggi un gruppo stimato in Italia di più di 100.000 soggetti con un ingresso in età adulta ogni anno di almeno 2000 pazienti.

      I cardiopatici congeniti adulti (detti anche pazienti GUCH da grown-up congenital heart) hanno delle problematiche diverse rispetto ai cardiopatici acquisiti, per cui per questi pazienti si è resa necessaria una regolare sorveglianza specialistica con conseguente indispensabile collaborazione tra il cardiologo generale e il cardiologo esperto in patologia congenita.

      È ipotizzabile che in Italia siano nati negli ultimi venti anni circa novantamila bambini affetti da cardiopatie congenite.

      Il dato significativo è  che in questi ultimi anni il numero dei pazienti GUCH ha superato quello dei cardiopatici congeniti in età pediatrica.

Hai delle domande?

  • Profilassi endocardite batterica
  • Dieta/mangiare sano
  • Fumo, alcol, tatuaggi, piercing
  • Scuola, lavoro
  • Contraccezione

Parlane con il tuo cardiologo di riferimento.